Higuain: “Sono felicissimo qui… Una scelta che dovevo fare!”

3892

Termina qui la conferenza stampa di presentazione di Gonzalo Higuain alla Juventus.

Totti ha parlato di nomadismo monetario. “Lui è un grandissimo calciatore. Non mi va di rispondere, questa è una scelta mia”.

Hai detto che ADL ti ha spinto a prendere quella decisione. Era un problema di ambizioni? “Il problema era che non avevo più rapporto con lui. Più di quello era impossibile. Io non avevo voglia di stare un minuto in più con lui, ora ringrazio la società per lo sforzo che hanno fatto per me”.

Quando hai capito che la tua avventura a Napoli era finita? C’era qualcosa che ADL poteva fare per farti rimanere? “Quando ho finito i tre anni lì, per me era arrivato il momento di cambiare aria. Ringrazio tanto i tifosi ed i miei compagni, ma non a De Laurentiis. Non posso parlare di più, ma sono felice di stare qua”.

Il triplete è un obiettivo reale? “Ovviamente è un sogno, ma vogliamo lottare tutto l’anno per tutti i titoli”

Si è parlato molto della tua nuova casa. “Sono bravi ad inventare le notizie, non so come sia possibile visto che è la prima volta che sono a Torino”.

Che reponsabilità è essere il giocatore più paagato della storia della serie A? “Forse non mi rendo conto ancora di quello che è successo. Spero di sfruttarlo al massimo e vincere tanti titoli qui, ora tocca a me dimostrare perchè hanno pagato questi soldi”.

C’è qualche grande giocatore del passato della Juve a cui pensi di assomigliare di più. “Domanda difficile. Uno delle mie ispirazioni era Del Piero”.

La trattativa con la Juventus è un’operazione nata tempo fa oppure “un giorno all’improvviso” è nata...”Sono felice di essere qua, adesso mi aspetta una grande stagione con la Juventus”.

Peggio giocare contro la difesa della Juve due volte in campionato da avversario o tutti i giorni in allenamento? “La difesa della Juventus è fortissima. Sono in una squadra di grandissimi giocatori e voglio sfruttare questa cosa al massimo”.

Ti è stato utile il contatto con Dybala per arrivare alla Juve? “Ho parlato con Paulo, ho giocato con lui nell’Argentina. Siamo diventati amici, ho un buon rapporto con lui. Mi ha inviato anche un video di saluto, potremo fare grandi cose insieme. Già in passato c’è stata una buona relazione, se succederà ancora ben venga”.

La Juve proverà l’assalto alla vittoria della Champions League. Anche questa può essere una motivazione? “Nella vita si deve prendere una scelta, non è stato facile ma l’ho fatto perchè pensavo fosse il meglio per me. Non è stato facile per niente, sono stato giorni a parlare con la mia famiglia”.

Anche il presidente De Laurentiis ha avuto da ridire. Vuoi dirgli qualcosa? “No, soltanto che non ho rapporto con lui perchè il suo modo di pensare non era il mio. Non posso dire di più, la mia scelta c’è stata perchè lui mi ha spinto a farla. Ora sono felicissimo qua, ringrazio la Juve per lo sforzo che ha fatto”.

Messi in questi anni ha sfruttato tantissimo i cross di Dani Alves. Cosa pensi delle corsie esterne della Juventus? “Lui è un grandissimo giocatore, però la Juventus è una grandissima squadra. Quello che ho visto in tutti questi anni è che è una squadra che gioca per tutti, non c’è un singolo. Le cose si vincono con il collettivo, è questo è uno dei punti forti della Juventus”.

Hai stabilito un gran rapporto con Sarri. Oggi ha detto che si aspettava che lo chiamassi, perchè non lo hai fatto? Lo chiamerai? “E’ stata una scelta mia stare in silenzio, sfruttare la vacanza con famigia ed amici e non pensare a tutto questo. Ho solo belle parole per lui, è stato un grandissimo allenatore per me. Mi ha fatto crescere, se si è arrabiato per questo gli chiedo scusa. Ho solo parole di ringraziamento per lui”.

Che idea hai di questa squadra?Non ci sono parole per la Juve, tutto il mondo la conosce. E’ una squadra abituata a vincere, e per questo sono venuto qui. Tutto il mondo conosce la Juve, dai più piccoli ai meno piccoli, uno dei motivi è stata l’importanza di questa squadra ed il progetto che hanno”

Cosa ti ha fatto prendere questa scelta? “Credo che la Juve sia una grandissima squadra. Hanno una mentalità vincente ed un progetto incredibile, questa è una delle cose per le quali sono venuto qui. Ringrazio Agnelli, Marotta e Paratici per il grande sforzo che hanno fatto. Speriamo di fare una grande stagione”

Vuoi mandare un messaggio ai tuoi vecchi tifosi? “Sono rimasto in silenzio. Senza dubbio sono stati tre anni meravigliosi lì, voglio ringraziarli per tutto l’amore che mi hanno dato. Questa è una scelta che ho fatto per motivi miei, adesso sto pensando alla Juventus presente e futuro, senza dubbio un grande saluto ai miei vecchi tifosi. Capisco che sono arrabbiati con me, ho visto degli insulti. Questa è una scelta che dovevo fare e sono felice per questo.